Come Aprire Centro Assistenza Caldaie e Condizionatori

Una delle attività tradizionali artigiane che ha mantenuto un buon giro di affari nel tempo, è quella legata alla manutenzione delle caldaie, scaldabagni e condizionatori.

Sino a 7 anni circa, si è registrato una continua e costante crescita del fatturato riconducibile a questo campo di attività.

Le motivazioni erano sostanzialmente legate a :

il boom del settore del condizionamento che ha coinvolto sia il settore delle imprese (uffici, attività commerciali, imprese industriali ed artigianali, ecc.) a seguito dell’installazione di centinaia di migliaia di nuovi impianti (prevalentemente di piccole e medie dimensioni) in ogni tipo di attività e che successivamente, richiedono una manutenzione periodica, sia ordinaria che straordinaria.

Anche nelle abitazioni privati si è diffusa la necessità di disporre di un clima ‘regolato’ anche nel periodo estivo.

L’aumento dei controlli anche da parte delle amministrazioni provinciali sulla regolarità delle manutenzioni delle calderine ed anche una maggiore consapevolezza diffusa fra le persone sulla necessità di mantenere in sicurezza gli impianti di riscaldamento.

Il boom dell’edilizia che sino al 2007 ha spinto alla crescita indirettamente anche questo comparto.

L’abbassamento dei costi di molti apparati ed anche il miglioramento tecnologico che ha permesso risparmi di energia con l’impiego degli impianti di ultima generazione;

il passaggio di molti clienti dal sistema centralizzato di riscaldamento a quello ‘autonomo‘;

Aprire un centro assistenza caldaie e condizionatori : l’organizzazione dell’attività.

Un centro assistenza caldaie e condizionatori è organizzato in due aree :

l’area tecnica. L’insieme dei tecnici che hanno compito di visitare i clienti per le manutenzioni programmate.

I vari operatori dispongono di un furgone sul quale trovano spazio gli attrezzi ed i macchinari necessari per le verifiche e le riparazioni.

Il laboratorio della ditta è strutturato per consentire le riparazioni e la logistica, cioè, i pezzi di ricambio necessari per le manutenzioni.

I tecnici si muovono su appuntamento ed il loro lavoro deve essere organizzato nei minimi dettagli.

La gestione del tempo è uno degli aspetti chiave per la redditività di questo tipo di impresa.

La sezione ‘gestione visite’ che viene delegata ad impiegati all’interno della ditta permette di pianificare il lavoro del singolo tecnico attraverso una serie di appuntamenti che tengano conto di alcuni elementi :
la distanza del cliente;
la compatibilità con altre visite da effettuare nella medesima giornata;
l’urgenza di quel determinato intervento (ad esempio la presenza di persone malate, anziani ed altri soggetti che sono all’interno di quel nucleo familiare che richiede un intervento per ripristinare il riscaldamento e l’acqua calda);
La possibilità di riuscire ad effettuare un numero maggiore di visite con minori costi possibili (meno chilometri da percorrere, ecc.), è alla base di un’attività di successo.

Molto interessante.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *