Come Prestare Soldi agli Amici

Come prestare soldi legalmente ad un amico è un tema assai ricercato, attraverso questo articolo vi spiegheremo come funzionano questi tipi di accordi. Sicuramente la formula del prestito tra conoscenti e/o amici è molto più vantaggiosa per entrambe le parti, in quanto si possono evitare gli interessi.

Inoltre la legge italiana non vieta questo modello di mutuo, ma di certo non ne favorisce l’effettuazione, in quanto possono essere svolti con un tasso di interesse inferiore rispetto ai mutui bancari. Allo stesso modo il Fisco favorisce i mutui bancari, in quanto se durano oltre 18 mesi, tutte le imposte dovute (imposte di registro, ipotecaria e di bollo) sono riunite in un’unica imposta, detta “imposta sostitutiva”, nella misura dello 0,25%, da calcolare sull’importo del mutuo erogato.

L’attuazione di prestiti tra persone private, si possono svolgere mantenendo il tutto nel privato, ma cercando di dimostrare (visto le nuove normative introdotte dal precedente governo) dove finiscono i soldi prestati. Molto importante può essere trasferire i soldi tramite bonifico, così da ottenere una tracciabilità del denaro.

Per il prestito di denaro, anche se tra amici, è sempre meglio però, prendere delle precauzioni e tutelarsi per la restituzione, a meno che chi li presta non voglia che diventi un regalo “un po’ costoso”.

Quindi, la parte che presta il denaro deve chiedere che venga stipulata tra di loro, una scrittura privata che funge da accordo scritto, nella quale saranno presenti i nominativi delle due parti, l’importo del prestito, se previsto il tasso di interessi, il tempo pattuito per la restituzione del denaro e le eventuali rate con l’importo di ogni una, con la data di pagamento. Per scrivere il documento è possibile utilizzare questo fac simile scrittura privata prestito su Scritturaprivata.net. Il tutto deve essere firmato in duplice copia e va conservato per poter avere una sicurezza personale; questo vale anche per chi riceve il prestito, che ha la sicurezza che l’amico non aumenterà l’importo delle rate o il tasso di interessi previsto. Questo documento lo si può fare firmare anche ad un terzo amico, che funge da testimone dell’accordo tra i due conoscenti.

La scrittura privata non sempre può bastare, anche nei prestiti tra privati. Ecco che allora è necessario tutelarsi ulteriormente e conviene affiancare al patto scritto, una o più cambiali, che rappresentino la cifra prestata o gli importi delle varie rate pattuite con chi riceve i soldi; le cambiali sono titoli esecutivi, cioè se non sono onorate bastano per avviare pignoramenti e simili azioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *