Come Trovare Lavoro Viaggiando

Secondo un’indagine ISTAT, nel 2010, oltre il 50% dei giovani viaggiatori italiani di età compresa tra i 15 e i 24 anni ha scelto di effettuare le proprie vacanze nel trimestre luglio-settembre e quasi il 60% ha prediletto la vacanza nelle località balneari. Le motivazioni espresse sono rappresentate dai divertimenti, dalla bellezza dei luoghi e, soprattutto, dalla vicinanza delle destinazioni.

L’estate però può essere anche il momento più adatto per affrontare sfide e per aprirsi a nuovi orizzonti: perché allora non dare un senso diverso alle vacanze? Abbiamo pensato di proporvi alcune iniziative che possono trasformare le vacanze in un’opportunità per ricaricarsi, imparare un nuovo lavoro, approfondire la propria formazione con un’esperienza di vita, dare una nuova spinta all’attività quotidiana oppure per avverare quel sogno che è rimasto nel cassetto.

A monte della scelta sulla tipologia di vacanza, ritroviamo l’unione tra aspirazioni, bisogni e variabili più pratiche. Ecco allora  qualche idea:

Sfida, se quello che vi attira è la ricerca dell’estremo, qualcosa che vi allontani dal quotidiano e vi faccia immergere in una nuova realtà,  allora potete partire alla scoperta dei rudimenti di una professione, per lavorare a stretto contatto con la natura, immersi in scenari e oasi incontaminate. Per esempio vivere sulle Dolomiti come 100 anni fa in un rifugio del Trentino Alto Adige dove sembra che il tempo si sia fermato al 1904 e in cambio della vostra collaborazione alla gestione della struttura vivrete una settimana di passeggiate e vera montagna.

Utile e dilettevole, talvolta una meta esotica e il divertimento si trasformano in lavoro. La stagione turistica è partita ma siete ancora in tempo per partecipare; infatti le selezioni per i professionisti della vacanza 2011 sono ancora attive. Il 23 maggio presso il Servizio Eures della Provincia di Lecce si terrà la selezione di 500 animatori turistici nell’ambito dell’iniziativa “Obiettivo Tropici”. I profili richiesti sono: capi animazione, istruttori sportivi, animatori generici, animatori mini club, coreografi, ballerini, scenografi, decoratori, assistenti bagnanti, dee jay, tecnici audio e luci, hostess, piano bar. La sede di lavoro potrà essere in Italia, in Europa o nei Paesi tropicali.

Conoscenza, se il 60% dei vacanzieri sceglie il mare, c’è una buona percentuale di persone che parte alla ricerca di qualcosa di diverso, un viaggio utile dove apprendere una nuova professione o approfondire le proprie conoscenze con un corso dedicato. Giornalisti, veterinari, imprenditori, archeologi: le iniziative disponibili sono infinite e si possono trovare corsi per tutti i gusti in Italia e in giro per il mondo. Ad esempio i futuri veterinari potranno mettere in pratica le nozioni apprese durante l’anno di studi trascorrendo un’estate in India e imparare le tecniche di un allevamento ecosostenibile, lavorando in una Model Farm dove non esistono pesticidi e mangimi sintetici. In Italia la Scuola del Viaggio organizza seminari e lezioni con fotografi, scrittori e giornalisti, con un occhio all’ambiente e uno alle nuove tecnologie.

Esperienza, per molti studenti vacanza è sinonimo di curriculum, il momento ideale per arricchire il proprio bagaglio con un’esperienza di stage o per apprendere una lingua all’estero. Non solo le classiche vacanze studio ma anche abbinate sport+lingua oppure Workshop in inglese sulle politiche e sul futuro dell’Europa per imparare, ragionare e discutere in una lingua globale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *